Eventi Speciali

XXII Edizione (2023) – Festival Del Cinema di Porretta Terme
MOSTRA FOTOGRAFICA

LUCIANA MULAS

Il lavoro di Luciana Mulasomaggiato per la prima volta in una mostra personale sull’arte cinematografica, racconta un’epoca attraverso lo sguardo di una donna che ha votato la sua vita alla fotografia. Fotografa di grande prestigio, maestra del ritratto di scena e non solo.

Proprio lei è l’autrice della foto che rappresenta il manifesto di FCP 2023, un giovanissimo Roberto Benigni.

La XXII Edizione del Festival del cinema di Porretta dedica un’inedita mostra alla fotografa, testimone del panorama culturale dagli anni ’70 agli inizi del nuovo millennio, attraverso i suoi ritratti. Teatro, arte, moda e cinema.

Occident
LA PRIMA VOLTA DI… CRISTIAN MUNGIU

OCCIDENT

Quest’anno la sezione LA PRIMA VOLTA DI… è dedicata a Cristian Mungiu. L’occasione vedrà il primo lungometraggio Occident del 2002 del regista romeno autore del film Animali selvatici (2022).


Splendidi Quarantenni

In occasione dei quarant’anni dall’uscita, la XXII edizione del Festival ha l’onore di proiettare due film del 1983 di due registi che, ciascuno a modo suo, sono legati a Porretta ed al suo Festival.

Tu mi turbi, esordio alla regia di Roberto Benigni che quest’anno è il protagonista dell’immagine che accompagna la XXII edizione del Festival del Cinema di Porretta Terme, in uno straordinario ritratto della fotografa Luciana Mulas,

Una gita scolastica il capolavoro di Pupi Avati, che a Porretta è praticamente di casa, in cui il nostro territorio e l’Appennino è vero e proprio protagonista. Per il film di Avati abbiamo l’evento speciale è doppio! Ci sarà infatti la possibilità, dopo la proiezione, di fare un trekking guidato sulle orme dei luoghi in cui fu girato il film.

Una Gita Scolastica
di Pupi Avati
Tu mi Turbi
di Roberto Benigni

Anteprime italiane

Il pomeriggio della prima domenica del Festival vedrà due appuntamenti in anteprima italiana. Due documentari, il primo su Bologna, il capoluogo emiliano, il secondo sullo spettacolo della grande Diva del palcoscenico Valentina Cortese.

Bologna I love you
di Pier Paolo Paganelli
100 anni di veleria cortese: magnificat
di Alessandro Guatti

Focus Emilia-Romagna

Continua l’appuntamento con i film di FOCUS Emilia-Romagna, iniziato nel 2020, rinnovando ancora il legame con il proprio territorio, alle sue storie e i suoi protagonisti. E la sua capacità sempre crescente di attrarre alcune delle più interessanti produzioni cinematografiche degli ultimi anni, grazie all’incredibile lavoro svolto in tal senso dall’Emilia-Romagna Film Commission. Anche quest’anno il pubblico avrà modo di (ri)scoprire 3 titoli, realizzati a cavallo tra il 2022 e il 2023. 

Dario Argento Panico
di Simone Scafidi
La Solitudine è questa
di Andrea Adriatico
I Nostri Ieri
di Andrea Papini

I CORTOMETRAGGI

Ad affiancare i film in concorso, per la prima volta al festival, sei corti firmati dal regista Ermanno Olmi che verranno proiettati in collaborazione con CSC-Archivio Nazionale Cinema Impresa di Ivrea, che conserva un patrimonio di oltre 82.000 rulli di film realizzati dalle più importanti imprese italiane dai primi anni del ‘900. Un omaggio a Olmi attraverso contenuti preziosi della sua primissima cinematografia che ritraggono il boom degli anni ’50 con sguardo critico, in linea con l’anima di Porretta, legata al territorio e ai suoi cambiamenti socioculturali. Ogni sera quindi, prima dei film del concorso Fuori dal Giro verrà proiettato un cortometraggio.

  • Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggiero (1954, 10’)
  • L’onda (1955, 7’)
  • La diga del ghiaccio (1955, 10’)
  • La mia valle (1955, 9’)
  • Manon: Finestra 2 (1956, 12’)
  • Il pensionato (1958, 9’)

premier + talk

raw dogs

Porsi domande senza, a volte, conoscerne esattamente le risposte. Provare a cercarle in luoghi interiori, alle volte riuscendoci, alle volte trovandole in posti lontani, nel tempo e nello spazio. Questa è la filosofia che si nasconde dietro all’idea di sceneggiatura di Luca Coccimiglio, regista bolognese all’esordio assoluto con il suo primo cortometraggio Raw Dogs.

Raw Dogs atterra, in anteprima assoluta, al XXII Festival del Cinema di Porretta Terme, con la proiezione del suo film e un dibattito presso il Teatro Testoni.

L’INVERNO E’ ARRIVATO

Selezione di cortometraggi per una durata complessiva di 60 minuti, con lettura animata a cura di Solea, la biblioteca sul crinale.

Adatta a tutti, consigliata a partire dai sei anni.

…e ancora tanto altro

Il Centro Sperimentale Cinematografico ha restaurato La provinciale, film di Mario Soldati del 1953 in cui è protagonista la splendida Gina Lollobrigida. Occasione imperdibile per riproiettare sul grande schermo un film che quest’anno compie 70 anni!

Elio Petri, regista a cui il Festival è particolarmente legato, nel 1970 realizzò un documentario Documenti su Giseppe Pinelli assieme al regista Nelo Risi. All’interno del documentario Petri ha curato l’episodio Tre ipotesi sulla morte di Pinelli che in questa edizione del festival verrà proiettato in sala.

La provinciale
di Mario Soldati
Tre ipotesi sulla morte di Pinelli
di Elio Petri