Home Il Festival

Il Festival

Nato nel 2002, il Festival del Cinema di Porretta Terme è ormai uno degli appuntamenti più attesi nella vita culturale sia dentro che fuori i confini della cittadina termale. Si propone di allargare l’offerta culturale del proprio territorio e proseguire l’esperienza della Mostra del cinema libero di Porretta Terme, l’antifestival degli anni ’60, con lo stesso spirito anticonformista. Fin dalla prima edizione è stata organizzata una rassegna monografica dedicata ad importanti nomi della cinematografia italiana ed internazionale. Negli anni sono state affiancate nuove sezioni come il concorso Fuori dal giro ed eventi speciali come Uno sguardo altrove e Cinema & scuola. Dal 2019 è stato creato il Premio nazionale Elio Petri, dedicato al grande regista romano attivo negli anni 60 /70, vincitore del premio Oscar nel 1971 con il film Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto.

Il Festival ha due ambizioni.
Da un lato vuole essere un appuntamento di promozione del cinema italiano. Dall’altro vuole far conoscere al pubblico, soprattutto alle nuove generazioni, l’importante esperienza della Mostra del Cinema Libero di Porretta che negli anni 60/70 permise di vedere in anteprima in Italia cinematografie estere come il Cinema Novo brasiliano e Il cinema Underground statunitense.

Vincitori

Scopri tutti i vincitori delle edizioni del Festival!

Appuntamenti

Eventi speciali

In ogni edizione, oltre alle sezioni che tradizionalmente compongono il Festival, le giornate si colorano di eventi speciali, legati a una ricorrenza, a un ospite o a una tematica particolarmente sentita. In particolare attraverso il progetto di “Cinema diffuso” l’associazione si impegna a coinvolgere sempre di più il territorio, portando il grande cinema in diverse località dell’Appennino. Inoltre il programma del Festival, grazie alla collaborazione con l’associazione Sedicicorto, sarà ampliato in vari momenti della settimana da cortometraggi che si sono distinti all’Internetional Film Festival Sedicicorto. Alcune iniziative, nate come “eventi speciali” nel tempo sono diventate vere e proprie sezioni del Festival del Cinema di Porretta Terme, come ad esempio la sezione “Uno sguardo altrove”.

Uno Sguardo altrove

Nel 2017 abbiamo condotto un esperimento offrendo al pubblico del nostro Festival il film Wilde Maus del regista austriaco Josef Hader, in prima visione assoluta. Il pubblico lo accolse con favore e da qui l’anno successivo con la proiezione di My name is Adil dei registi marocchini Adil Azzab, Andrea Pellizzer e Magda Rezene, è nata la nuova sezione intitolata Uno sguardo altrove.

Una finestra sul mondo attraverso la quale il Festival del Cinema di Porretta Terme cerca di portare sugli schermi dell’appennino le esperienze ed i contatti con le migliori rassegne mondiali.

Attraverso questa sezione tentiamo ogni anno di proporre il profumo del cinema di oltreconfine condividendo il privilegio di molti festival, di vedere piccoli capolavori che speso stentano ad essere distribuiti nel grande circuito.

Un modo per arricchire il nostro bagaglio artistico, un modo per aprirci ad esperienze differenti, un modo per cogliere gli spunti che altre cinematografie possono offrire.

Tanti incontri bellissimi che contribuiscono a rendere il nostro festival sempre più ricco ed interessante

Cinema e Scuola

L’associazione Porretta Cinema ha sempre avuto l’obiettivo di portare al centro le giovani generazioni tramite le scuole del territorio, infatti tra le sue finalità ha quella di costruire un festival che sia anche un luogo di scambio e formazioni per giovani appassionati, in cui i ragazzi siano accompagnati nella scoperta del grande e piccolo cinema, nelle professioni delle maestranze che lo producono e nella storia della settima arte. Fondamentale è infatti incentivare le nuove generazioni a (ri)popolare le sale cinematografiche, fornendo loro gli strumenti necessari, per far sì che in futuro le platee del cinema siano gremite di giovani occhi critici curiosi di costruire il cinema del domani.

Giuria Giovani

Annualmente il Festival del cinema di Porretta Terme vede tra le sue sezioni principali il Concorso “Fuori dal Giro”, nato per far conoscere e premiare pellicole italiane di qualità, ma talvolta poco distribuite. Dall’edizione 2016 è stata introdotta una giuria speciale di studenti per il Concorso, che assegnerà un premio ad uno dei film in concorso: la “Giuria Giovani”. Fermamente convinti della necessità di uno sguardo moderno e originale di una nuova generazione, investiamo ogni anno grande attenzione ed energia alla giuria composta da studenti dell’Istituto Montessori – Da Vinci e del C.P.I.A. Montagna. I ragazzi hanno il compito di visionare le pellicole in concorso e partecipare a incontri preliminari di formazione. Avranno l’occasione di incontrare i registi prima delle proiezioni e subito dopo, nella discussione assieme al pubblico e al termine del Concorso prenderanno parte a una riunione da cui, tramite un partecipato dibattito, sarà collettivamente decretato un vincitore.

Il premio dei ragazzi è considerato un Premio Speciale che deve contenere una motivazione scritta. Questo può essere assegnato anche ad una performance attoriale.

Proiezioni per le scuole

L’associazione ha dato vita al progetto “Voci in sala”, tramite la collaborazione delle scuole del territorio (L’Istituto Montessori – ­da Vinci di Porretta Terme e il CTP Caduti della Direttissima di Castiglione dei Pepoli). Portando i giovani in sala durante le mattine del festival, accompagnandoli e guidandoli nella visione di film scelti per loro, in virtù delle tematiche affrontate.

Una finestra sul mondo attraverso la quale il Festival del Cinema di Porretta Terme cerca di portare sugli schermi dell’appennino le esperienze ed i contatti con le migliori rassegne mondiali.

Attraverso questa sezione tentiamo ogni anno di proporre il profumo del cinema di oltreconfine condividendo il privilegio di molti festival, di vedere piccoli capolavori che speso stentano ad essere distribuiti nel grande circuito.

Un modo per arricchire il nostro bagaglio artistico, un modo per aprirci ad esperienze differenti, un modo per cogliere gli spunti che altre cinematografie possono offrire.

Tanti incontri bellissimi che contribuiscono a rendere il nostro festival sempre più ricco ed interessante